Novità dal mondo immobiliare

Articoli e approfondimenti

Sospensione mutui per emergenza Covid-19

Con l’emergenza Covid -19 il governo è intervenuto con una serie di decreti volti ad immettere liquidità e a dare un respiro alle famiglie vulnerabili e profondamente colpite da questa dura crisi.

Il settore immobiliare rientra tra i settori agevolati dalle misure economiche contro il coronavirus, prima tra tutte la possibilità di sospendere il mutuo.
Vediamo nel dettaglio tutti i passaggi necessari per presentare la domanda e i requisiti richiesti per poterlo fare.

Come presentare la domanda e i requisiti

  • requisiti base per accesso al già esistente fondo di garanzia per i mutui
  • contratto di mutuo acceso da almeno un anno
  • sospensione del lavoro per almeno 30 giorni (lavorativi) o riduzione di orario (sempre per 30 giorni)
  • per partite Iva, riduzione del fatturato del 33%

A fronte di tali condizioni, l’accesso è garantito senza limiti di tempo, con rimborso degli interessi al 50% di quelli maturati sul debito residuo durante il periodo della sospensione.

Entro quando inviare la domanda?

Secondo Consap il termine è il 17 dicembre 2020, senza necessità di presentare l’indicatore ISEE.

Chi a quella data avesse già avuto accesso alla sospensione del mutuo non vedrà il periodo di sospensione per coronavirus aggiungersi al conteggio del periodo massimo di 18 mesi, a patto che il mutuo risulti in regolare ammortamento da almeno tre mesi.

A quali contratti di mutuo si applica la sospensione?

  • Deve presentare la domanda il proprietario di una casa abitazione principale. In caso di mutuo cointestato, i requisiti possono essere posseduti anche da uno solo degli intestatari.
  • Con mutuo non sopra i 250 mila euro
  • Mutuo acceso da almeno un anno al momento della presentazione della domanda
  • Ritardi nei pagamenti consentiti non oltre i 90 giorni consecutivi

Con quali tempistiche si attiva lo stop?

Secondo quanto chiarito da Consap, sul cui sito è disponibile la modulistica, sono 30 i giorni lavorativi (45 per i mutui cartolarizzati) entro cui la banca attiva la sospensione del mutuo, a partire dal momento di ricezione del messaggio di accoglimento della domanda.

Cosa devi sapere prima di richiedere la sospensione del mutuo.

Tempistica lunga: dopo l’invio della domanda si hanno a disposizione dieci giorni per completare la documentazione; 15 giorni per l’istruttoria di Consap, 5 giorni lavorativi per l’esisto dell’istruttoria da parte della banca e altri 35-40 per l’effettiva sospensione della rata. Ma attenzione: la sospensione della moratoria decorrere dalla data dell’invio della richiesta e non dall’effettiva sospensione.

Sospensione delle rate non pagate fino a 90 giorni: nella moratoria sono inclusi i mancati pagamenti fino ai tre mesi precedenti la richiesta.

Compresi anche i mutui già sospesi: si può richiedere la sospensione delle rate anche per un mutuo per cui si era già richiesta la sospensione in passato e questo non conterà nei 18 mesi. Sempre se si sia in regola con il pagamento da almeno 3 mesi.

Adesione della banca al Fondo: per accedere alla sospensione è necessario che la stessa banca abbia aderito al Fondo nazionale Gasparrini.

Procedure per il lockdown: le procedure per l’invio del modulo può avvenire anche online. Questo procedimento vale anche per la banca, lasciando in bianco il riquadro 2 e inserendo i dati nel campo note. In ogni caso  è obbligatorio allegare la certificazione del datore di lavoro e l’autodichiarazione sul fatturato.

Obbligatorio indicare la durata della sospensione pena rigetto della stessa. In caso di incertezza meglio indicare la durata minore (sei mesi) e poi rinnovare la domanda.

Sospensione per altre tipologie di mutui fino a 250mila euro contratti oltre che per l’acquisto della prima casa anche per ristrutturazione e liquidità.

Considerare il pagamento degli interessi: a carico del mutuatario rimane il 50% della quota interessi (il cui incasso Consap ha chiesto di rimandare in un secondo momento); valutare se conviene la sospensione o un’eventuale rinegoziazione o surroga.

Ampliamento della sospensione: sono stati inclusi anche i mutui stipulati da meno di un anno e la sospensione è stata estesa anche alle ditte individuali e artigiani.

Esclusi i mutui prima casa stipulati con Fondo di Garanzia

Per qualsiasi richiesta di informazione o approfondimento, lo staff di Giada Immobiliare è disponibile via telefono o in modalità videochiamata tramite Whatsapp ai numeri:

 Giuseppe: 3286867945
 Daniele: 3383735170
 Marta: 3341901617